Il crinale...

Il crinale...
  Best view
I.E. 1024x768
     

 PERCORSO: Home/Campo Base/Forum

 
CrinaleOnLine Forum
CrinaleOnLine Forum
Nono ci sono messaggi nella tua casella
Nome utente:
Password:
Salva password
Hai perso la Password? | Opzioni di amministrazione
 Elenco dei forum
 Parole d'alta quota
 Quale futuro?
 Nuova discussione  Aggiungi Sondaggio Aggiungi Sondaggio
 Rispondi
 Versione stampabile
Pagine:
  1  2
Autore Discussione indietro Discussioni Discussione successiva Chiudi discussione Modifica discussione Elimina discussione Nuova discussione Rispondi alla discussione
Orson
Maestro di fuoripista



247 messaggi
Inserito il - 25 Mar 2006 :  08:20:30    Orson è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente
Pensavo, per motivi di ordine di partire con una nuova discussione sulle prospettive future di Febbio, in modo da avere più ordine nelle discussioni.

Partiamo dalle caratteristiche di Febbio.
Una bellissima montagna, con alcune piste stupende, ma alcuni difetti.
Molto esposto allo scirocco, più di altre stazioni.
La 2000 sarà sempre chiusa con un acrte frequenza, a causa di nebbia e vento.
Quindi realisticamente bisogna considerare che oltre i 1800 metri è difficile poter portare delle seggiovie a più di 2 posti, soprattutto se non automatiche, a cuasa del vento.
Per realizzare un'agganciamneto automatico servono tanti soldi e tanti sciatori, perché non solo costa molto di acquisto, ma anche di spese gestionali.
E' chiaro che in futuro si debba arrivare li, però prima occorre riportare i bilanci in equilibrio (si sa quanto manca alle 30000 presenza annue?).

Allora si deve puntare a sfruttare al massimo quello che c'è.

L'obiettivo a breve dovrebbe essere la resurrezione dalla Pianelli, che in se è un impianto del cavolo, ma permette di garantire un'offerta discreta anche quando è chiusa la 2000, soprattutto adesso che è battuta la S della pianelli. Questo sarebbe un impianto da tenere aperto quando è chiusa la 2000 e nelle giornate di massima affluenza, quindi domeniche e natale.

Realizzare un vero Baby park, altrimenti non si è competitivi sulle famiglie, e una stazione minore come Febbio deve puntare sulle famiglie.

Tenere aperti, nel week end, tutti i rifugi.Durante la settimana basta il San Lorenzo.

Sui servizi occorre ricordare che l'offerta extrasciistica resta molto debole, mancano alberghi e punti di ristorazione, quetso è imporatnte anche perché Febbio ha una potenzialità, anche per le seggiovie non solo invernale.

Sulle piste il discorso è diverso.
Febbio come piste non ha nulla da invidiare alle altre stazioni, i problemi sono relaitvi alla sicurezza, manca una palettatura adeguata alla 2000 che potrebbe permetterne l'utilizzo anche nei giorni di nebbia non intensissima. Adesso ci si sforza di tenerla il più aperta possibile, ma quando c'è un po' di nebbia solo uno che conosca a memoria la pista può avventurarsi.

Non esiste una grande necessità di aprire nuove piste.
Un'idea potrebbe essere di aprire piste non battute, ovvero di sistemare alcune piste, tipo la Bora, ma senza batterle, in modo da lascirale in stile freeride, ma mettendole in sicurezza per quanto riguarda sassi e alberi.
Può sembrare una cretinata, però questa è una tendenza che si sta difofndendo in diversi posti.
Inoltre ho l'impressione che si faccia fatica, dopo le nevicate a battere subito tutte le piste attuali, non so se aggiungere piste sia poi gestibile.


Sul medio termine occorre riprogettare qualcosa, uno dei problemi della stazione ad esmpio è la partenza ad una quota molto bassa, a livello dilogica gli impianti dovrebbero partire dal laghetto. Per me limpianto del futuro sarebbe una seggiovia a sganciamento automatico, che faccia il percorso della Pianelli partendo dal laghetto, magari con una discesa intermedia al rifugio San Lorenzo, ma mi rendo conto che si tratterebbe di un investimento enorme, però con la prima discesa avresti l'accesso ad una vera pista Baby lunga, ovvero la parte alta della Rescadore e proseguendo ad una signora pista.


Lavorando con le altre stazioni si potrebbe fare uno stagionale "dell'appennino reggiano"? sul modello del Dolomiti superski? Secondo me potrebbe permettere di vednere qualche stagionale in più uno stagionale in cui a seconda delle condizioni del momento puoi scegliere Cerreto, Febboi Ospitaletto, Ventasso o Appeninia, oltre naturalmente a Febbio?
Mi sembra vada incontro alle tendenza di mercato del momento.

Modificato Da - orson il 25 Mar 2006alle ore 08:23:31

Beddo
Mastro lardaio
GV2004



Italia
4960 messaggi
Inserito il - 26 Mar 2006 :  12:59:39    Beddo è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Visita l'homepage di  Beddo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
rispondo ad alcune cose per punti, quelle che conosco meglio.
per la pianelli l'intenzione è quella di riaprire, ovvio che è una cosa che sapremo se si farà solo alla prossima stagione, questa deve ancora finire, bisognerà tirare le somme, discuterne tra i soci. ho ssempre saputo che vorrebbero riaprirla:sarebbe la cosa giusta.

baby park onestamente non lo vedo tra le priorità, penso che per imparare febbio sia già così due spanne sopra a tutte le altre stazioni dell'appennino, vedo prima la necessità di terminare lo snow park. poi tutte le cose nuove vanno bene ma ripeto:vedo prima altre priorità

i rifugi sono aperti, e con grande gioia ho visto riaprire il rifugio emilia, erano anni che era chiuso, è stata un'emozione rientrarci!

sull'offerta extrasciistica sono pienamente d'accordo,occorre tenere su la gente che viene a sciare anche oltre l'orario di chiusura e possibilmente anche per più giorni. il problema più grosso è infatti che Febbio ha poca ricettività, pochi posti letto, e poche attrattive soprattutto per un giovane. questo punto però non è di responsabilità diretta della stazione, nel senso che se le cose vanno bene e la gente vien su, si spera che qualcuno possa venir su ad investire, speriamo, è fondamnetale per il futuro della stazione.

sulla sicurezza della duemila sono d'accordo. per quest'anno in certi giorni di nebbia, sono state traccete le righe col colorante per terra che segnalavano la pista. era ovviamente una soluzione di ripiego dal momento che mancavano tempo e soldi per fare di più, ma a quanto so la direzione è quella di investire sula sicurezza.

aggiungo un punto : sono stati fatti fare i cartelli, per la prossima stagione sarà tutto perfettamente segnalato da un'ottima cartellonistica (così inoltre la gente capirà che esiste anche la lama golese che è bellissima)

sulle piste non battute la vedo un po' più dura, sono convinto che sia il futuro dello sci e sappiamo tutti che per il fuoripista febbio è un paradiso. resta però il fatto che farlo è estremamete oneroso per la stazione (soprattutto per la sicurezza) e per ora legalmente "rischioso" per la stazione. in un futuro ci spero molto.

seggiovie nuove la precedenza ce l'hanno la pianelli da riaprire e tra qualche anno (non ricordo quanti) la 2k che scade.
non sono d'accordo invece sulla partenza dal lago, esisteva un vecchio progetto che lo prevedeva a non lo condivido affatto per vari motivi:
1-vedo con orrore l'idea di una strada che arriva al lago con relativo megaparcheggio.
2-la partenza deve essere dove ci sono i bar i ristoranti gli alberghi e tutto il resto, ovvero lì dov'è, altrimenti sarebbe economicamente controproducente per tutti.
3-si accorcerebbero tantissimo le piste basse, si avrebberò così dei pistini brevissimi con una calca incredibile di gente in poco spazio.
4-non credo che valga il motivo che la neve in basso si scioglie e al lago dura di più perchè comunque dda sempre quando a primavera non si arriva più in fondo si sta sulla 2k e non credo che cambierebbe molto fare quel poco di pista per arrivare al lago, anche perchè in quel periodo con quel caldo la neve lì sarebbe davvero orrenda.

-------

Ho fameTorna all'inizio della pagina

max86
Gran maestro di fuoripista


Macao
1654 messaggi
Inserito il - 26 Mar 2006 :  13:09:39    max86 è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Visita l'homepage di  max86  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
l'altro giorno è passato un uccellino...sentivo che parlava di una molto probabile apertura l'anno prossimo della pianelli...ma era solo un uccellino...cosa volete che ne sappia....

free your mind...free your ride!!Torna all'inizio della pagina

Orson
Maestro di fuoripista



247 messaggi
Inserito il - 26 Mar 2006 :  20:00:50    Orson è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
Concordo che la Pianelli è la priorità assoluta, il resto può arrivare.
Il Baby park che intendo io non è per imparare a sciare, per quello Febbio non ha problemi, ma per chi ha bimbi piccoli, fino ai 5 anni.
Mi rendo conto che le dimensioni di Febbio sono piccole, quindi è difficile ammortizzarlo, però un baby park con magari un piccolo snow tubing potrebbe attirare le famiglie con bimbi piccoli.

Sulla 2000 la sicurezza deve essere la priorità, a me è capitato di arrivare su e non capire dove era la pista, e non sono stato l'unico, una buona segnaletica potrebbe permettere di utilizzarla di più in condizioni di nebbia.
Poi è chiaro che se si riapre la Pianelli il problema della 2000 diventa meno grave, quando c'è nebbia si apre la pianelli al posto della 2000.

Il discorso delle piste non battute era su un futuro, però credo che sia una prospettiva interessante.

Il discorso del laghetto per me ha l'unico inconveniente, grosso, del percorso rescadore, laghetto, ma permetterebbe di utilizzare più a lungo la stazione con una pista facile. A stagione inoltrata resterebbe infatti solo la 2000 con la Pianelli, ma chi ha dei ragazzini in erba non ha una blu. Visto che tutto le piste convergono sul laghetto sarebbe carino un impianto che parta da li, in una configurazione futura.

Sui servizi extra concordo che non dipendano dai gestori dell'alto crinale, ma purtroppo penalizzano gli impianti, oltre al complesso della gestione estiva, settore in cui le potenzialità di Febbio sono enormi

Torna all'inizio della pagina

Ino
Bardo del vento


Italia
7216 messaggi
Inserito il - 26 Mar 2006 :  20:20:36    Ino è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
Per esperienza ormai millenaria posso dire che verso la fase primaverile a Febbio vengono prevalentemente (rileggete, "prevalentemente", non "solo") persone interessate a sciare in quota. La stagione turistica dei fine settimana finisce presto, forse perchè le famiglie la terminano con la settimana bianca sulle Alpi e al ritorno mettono l'attrezzatura invernale in cantina e cominciano a portare i bambinetti al parco o in bici. Quest'anno Marzo è stato sfigato per via del tempo ma gia in questo fine settimana si è potuto constatare che si era in quattro gatti, interessati alla 2k (fuori o dentro pista non importa) mentre in basso la gente era poca.

Questo per dire che in stagione inoltrata chi viene ancora a sciare con i fanciulli cercando le blu è molta poca e non credo giustificherebbe l'ennesimo investimento.

Il turista (il famoso "sciatore della domenica") ha ormai tirato fuori la bici, la moto, le scarpe da corsa o qualsiasi altro attrezzo sportivo primaverile (la moto? vabbè dai...) e chi ancora, dopo tre mesi e mezzo, va ancora a sciare è un appassionato, quindi capace, quindi cerca la difficoltà.

Questo ragionamento sempre nell'ottica del "possiamo investire poco, dove investiamo?" Sarebbe bello poter garantire tutto per tutti (gare, piste, ritrovi, parchi, ecc...) ma al momento bisogna spendere quello che c'è per poter garantire la sciata a più persone possibili.

Si parla del futuro? Attualmente quando si parla di futuro a Febbio bisogna parlare in termini molto prossimi. Quasi un presente dilatato. Siamo in fase di consolidamento. Pensare a chissà cosa verrà è carino ma sono (perdonatemi) boiate. Adesso non c'è programmazione a lunghissimo termine, si guarda un anno per l'altro all'interno di questo periodo (tre anni?) di restauro qualitativo e si tenta di mantenere quel che c'è oggi più una piccola aggiunta ogni volta. In questa discussione mi sembrerebbe sterile parlare di allargamenti, nuove piste di qua e di là, mega impianti. Il futuro di Febbio e quello dei prossimi 6 mesi, se non c'è quello non c'è nemmeno quello a 6 anni...

Perchè non parliamo mai di cosa dovrebbe fare la stazione questa estate? Possiamo permetterci di saltarla? O è meglio portare il turista sul Cusna, il ciclista sul Crinale, Ino al Battisti? Anche perchè l'apertura estiva ha un costo........

-----------
Con me di donne generose non ce n'è,
rubo l'amore in Piazza GrandeTorna all'inizio della pagina

Ino
Bardo del vento


Italia
7216 messaggi
Inserito il - 26 Mar 2006 :  20:26:06    Ino è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
Dimenticavo: Orson, hai fatto un'analisi molto interessante. Su tutto metterei la sicurezza. L'offerta extrasciistica purtroppo non riguarda solo la gestione ma anche una località che non sempre approva il turista ma soprattutto fa scelte che nel mio piccolo ancora non mi spiego anche se rispetto. Una su tutte: il bar che dal 10 gennaio tiene chiuso al sabato sera quando per due mesi (gen/feb) chi aveva casa o roulotte era su tutti i fine settimana...

-----------
Con me di donne generose non ce n'è,
rubo l'amore in Piazza GrandeTorna all'inizio della pagina

furmiga
Mastro pasticcière


Italia
2161 messaggi
Inserito il - 28 Mar 2006 :  16:29:55    furmiga è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
Giusto ,giusto !! Parliamo anche della stazione in Estate. L'anno scorso c'era una ragione operativa ,ma quest'anno almeno in Agosto la seggiovia dovrebbe funzionare , in modo da permettere a noi vecchioni di guadagnare quota 2000 senza fatica ,per poi poter fare o Cima Cusna , o Battisti /Prado o tante alter belle passeggiate . F u r m i g a

Forza Jabe !!! Vai , vai !!Torna all'inizio della pagina

Vigna
Gran maestro di fuoripista
GV2008



Italia
1834 messaggi
Inserito il - 29 Mar 2006 :  02:02:55    Vigna è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Visita l'homepage di  Vigna  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
Anche io ho sentito parlare di MTB sul Crinale, se fosse possibile sarebbe una novità sensazionale che si spargerebbe a macchia d'olio, a Sestola hanno saputo cavalcare la moda delle ruote grasse, e quest'anno si sono aggiudicati l'organizzazione del Funky Day, un raduno nazionale di MTB che richiama molti baiker...!!!
A sestola ci sono percorsi segnati e cartine che vengono consegnate ai biker, con su scritti i sentieri da cross-country e quelli da downhill, con le relative scale di difficoltà... penso che partire per questa direzione non sarebbe una brutta idea!!!

--------------------
Occhio al Faggio...!!!Torna all'inizio della pagina

Orson
Maestro di fuoripista



247 messaggi
Inserito il - 29 Mar 2006 :  07:53:07    Orson è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
E' chiaro che una valutazione economica va fatta dall'Alto Crinale ma l'apertura nel mese di agosto degli impainti sarebbe utile, anche per motivi politici, cioè per convincere gli amministratori dell'impegno della società per il rilancio. Visto che dagli amministratori dipende il flusso di finanziamenti pubblici, una gestione che dimostri di fare il masismo per rilanciare Febbio sarebbe utile.

Resta il problema dei pubblici esercizi, se vai a Febbio in effetti non sai mai cosa c'è come servizi. Se non fosse per la pizzeria (che oltretutto sulle pizze potrebbe migliorare) Febbio sarebbe un disastro totale.

Torna all'inizio della pagina

Orson
Maestro di fuoripista



247 messaggi
Inserito il - 01 Apr 2006 :  17:30:44    Orson è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
Segnalo questo articolo tratto dal Giornale di Reggio:

citazione:

Nei mesi caldi sarà inaugurato un nuovo rifugio e sulla seggiovia si potrà portare le mountain bike
Febbio sempre aperta a Pasqua
e tante novità per questa estate

VILLA MINOZZO – Febbio si prepara alla Pasqua e a un’estate di novità per gli appassionati della montagna senza neve.
Questa stazione, che ha visto proprio in questi ultimi mesi la propria rinascita, rimarrà aperta anche per Pasqua, durante il
ponte del 25 aprile e per quello del primo giorno di maggio.
«Queste piste, che ora arrivano ad una lunghezza di 5 km, vantano un dislivello di 910 metri che rendono questa stazione
sciistica unica in tutto l’Appennino - afferma Claudio Fiori - abbiamo numerosi progetti per il futuro: il prossimo anno
verrà potenziato lo snowpark, lavoreremo ulteriormente sul discorso della sicurezza e verranno apportate migliorie alla
2000. Per quanto riguarda i prossimi cinque anni puntiamo all’allestimento di circa 150
posti letto e, soprattutto, alla costruzione di un nuovo impianto e alla realizzazione
della nuova pista. Febbio arriverà così a poter gestire piste che si svilupperanno per 25 km. Entro il 2012-2013 questo luogo sarà completamente rinnovato ». La pista da fondo
verrà poi collegata, per il prossimo inverno, con quella di San Geminiano.
È in previsione per questa estate anche l’apertura del “Rifugio Emilia 2000”. Molte
sono infatti le novità anche per coloro che amano la montagna d’estate. Sui seggiolini della triposto verranno infatti applicati
appositi ganci per il trasporto della mountain bike e nel periodo estivo verranno
organizzati pacchetti di eventi che promuoveranno le escursioni con guide.
La stagione invernale della stazione sciistica è stata senza dubbio fortunata. Già a fine febbraio le presenze ammontavano
a due migliaia, cifra che è destinata ad aumentare. Stagione dunque nel complesso positiva, anche se il maltempo ha spesso scoraggiato gli appassionati dello sci del fine settimana.
La è stata protagonista quest’anno di un grande processo di rinnovamento: «L’anno
scorso di questi tempi si credeva che questo posto non potesse avere un futuro - dice
Alberto Castellini, presidente di Alto Crinale Srl - Pensavamo che la stazione sarebbe stata chiusa di lì a poco, ma è
stato grazie all’impegno di tutti noi e in particolare del sindaco Felicino Magnani che ora abbiamo una stazione sciistica rinnovata». È stato infatti allestito uno snowpark con relativa monovia, è stata posta una seggiovia triposto (Fortino-Mardonde)
con tappeto d’imbarco, l’accesso a mani libere agli impianti grazie allo skipass
magnetico e sono stati acquistati 10 cannoni per lo spargimento di neve semi automatici
e 6 automatici. Inoltre ora è possibile sciare su nuovi tratti di pista grazie all’utilizzo di due nuovi gatti battipista (uno con verricello).
Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.febbio2000.it, il quale viene aggiornato quotidianamente anche sulla situazione del meteo.

Ci sono un alcune cose che non mi risultano chiare:
- le piste attualmente siano molto più di 5 chilometri.
- i 150 posti letto sono previsioni di edificazione o sono speranze di riempire gli spazi vuoti esistenti a Febbio?
- Il nuovo impianto nel corso dei prossimi 5 anni è la nuova 2000?
- La nuova pista è la bora? speriamo che si riesca fare senza grossi impatte ambientali.
- 2 migliaia o 2 decine di migliaia il livello di presenze raggiunto?

Aspetti positivi:
- Miglioramenti sulla sicurezza
- Potenziamento del fondo, quest'anno sapete com'è andata?
- Apertura estiva e apertura Emilia 2000!

Aspetto negativo:
- Niente pianelli nel 2006-2007 a quanto pare

Modificato Da - orson on 01 Apr 2006 17:45:35Torna all'inizio della pagina

Ino
Bardo del vento


Italia
7216 messaggi
Inserito il - 02 Apr 2006 :  20:31:36    Ino è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
citazione:
- le piste attualmente siano molto più di 5 chilometri.

C'è un refuso da qualche parte perchè dopo parla che per l'anno prossimo le piste saranno 25 Km. Con tutta la buona volontà non credo che la nuova pista (???) sia di 20 Km a meno che non abbiano imparato a curvare lo spaziotempo.

Domanda per chi ne sa.

citazione:
Sui seggiolini della triposto verranno infatti applicati
appositi ganci per il trasporto della mountain bike

E per la 2k? Non è che da quella quota partano chissà quali sentieri e soprattutto 'ndovai?

-----------
Con me di donne generose non ce n'è,
rubo l'amore in Piazza GrandeTorna all'inizio della pagina

lauw
Gran maestro di fuoripista


Sudan
2840 messaggi
Inserito il - 03 Apr 2006 :  13:38:43    lauw è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
So di essere un pò fuori dal coro ma a me farebbe piacere che il nuovo impianto da costruire fosse proprio la nuova 2k e che la pianelli possa non rientrare nei piani a breve. Spero che non mi tiriate troppi accidenti, il mio punto di vista è del tutto egoistico ed è dettato da un fondo di pessimismo. Non vorrei che come accadeva a suo tempo piuttosto di cercare di far partire la 2k si optasse semplicemente di aspettare che fosse il meteo a far migliorare le condizioni e di ritenersi a posto facendo andare la più protetta pianelli. La S della pianelli quest'anno è stata splendida tutta la stagione, ma io ed altri veniamo su per la 2k e per quello che ti permette di fare, cioè 10 itinerari in un giorno contro i 2 soli che potresti fare con le pelli.
Sono il primo a dire che per il bilancio servono di più i 100 skipass che porta la pianelli rispetto al mio, però sono certo, perchè confortato da pareri diffusi in questo senso, che Febbio con accesso al Crinale non teme concorrenza con nessuno come dislivello, come itinerari e come ambiente, soprattutto fuori dalla vegetazione unico in appennino.
Io tifo per una recinzione COMPLETA della pista della 2k, per permettere a chiunque venga sorpreso da condizioni avverse di rientrare a valle senza perdere la pista e, perchè no, permettere ai bravissimi "gattisti" di battere la parte alta della pista (varianti escluse, ovvio) anche con nebbia in condizioni di sicurezza.
Non credevo ci fosse anche una pista ex-novo in cantiere. Anche secondo me non può essere altro che la Bora Bassa perchè di fatto è già pronta e la deforestazione sarebbe minima. Devo dire che mi spiacerebbe oltre per il discorso parco anche perchè toglierebbero 1 dei 6-7 itinerari splendidi che offre la montagna. Però questa mossa mi farebbe pensare definitivamente che questi soci vogliono fare sul serio: Bora vorrebbe dire neve fino a maggio con una offerta di 2 gran piste e conseguente garanzia certa sulla volontà di far funzionare sempre l'impianto che porta in cima. Per il resto incentiverei il turismo estivo che deve crescere nel contempo, il discorso MTB è per me la strada da seguire. Ovvio che le bici van portate sul crinale altrimenti non serve a nulla: anche se ci fossero "piste" nella zona di arrivo della tripla, agli amanti del downhill o agli "sfiatati" come me non gioverebbe molto, chi invece non ha problemi di fiato all'arrivo della tresca ci va con le proprie gambe e continua....
Bar e esercizi a Rescadore dovrebbero per quanto possibile essere incentivati a "seguire" il flusso turistico (se a gennaio e febbraio c'è gente su di sera bisognerebbe garantire un minimo almeno nei we, anche una turnazione).
Rifugi sulle piste: so che è dura vivere solo di quello quindi cercare gente motivata ma diversificherei l'offerta, lasciando ai "gestori" di questa stagione la scelta se stare a S.Lorenzo o a 2000, non in entrambi. In più sarebbe interessante vedere se fosse possibile attivare quella casetta (quella col colore delle vecchie case cantoniere...) alla partenza della 2k che secondo me diventerebbe importante e accessibile sia per chi scia in alto senza voler tornare a Rescadore sia per chi scia in basso dalla parte ovest (gara o meruzzo/lamagolese).


Torna all'inizio della pagina

ale
Signore della tavola


Italia
5992 messaggi
Inserito il - 03 Apr 2006 :  23:20:45    ale è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Visita l'homepage di  ale  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
Appena letto l'articolo sul giornale non son stato per niente soddisfatto. Anzi. Per me ci sono molte cose incongruenti e non vere.

Ma lasciamo perdere. Piuttosto non ho mai sentito niente a riguardo di una nuova futura pista nella Bora, questa voce da dove salta fuori che non la conosco? Sono giunte novità? A mio parere mi sembra molto improbabile che venga presa in considerazione la realizzazione di una nuova pista alla Bora. La zona denominata "Bora", risulta all'esterno del triangolo del P.R.G. di Villa Minozzo adibito alla stazione sciistica. Inoltre credo che sia anche una zona non priva di pericolo valanghivo. Penso piuttosto che con nuova pista si intenda una "correzione" della Lama Golese.


Quando torni a casa la sera, picchia tua moglie. Tu non sai perchè, ma lei lo sa benissimo. (Antico Proverbio Cinese)
Torna all'inizio della pagina

Orson
Maestro di fuoripista



247 messaggi
Inserito il - 04 Apr 2006 :  13:03:25    Orson è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
Io della pista della Bora ne ho sentito parlare, però in efffetti se è fuori di PRG mi sa dura.
Esclusi problemi tecnici di valanghe che non conosco, credo che sarebbe una soluzione interessante, anche perché aprirebbe un nuovo versante.
Sulla lama golese si può forse intervenire per avere un buon collegamento con la partenza della Fortino, magari chiudendo la parte più bassa che ha ormai poco senso, in questo modo quello che si disbosca in alto si rinaturalizza in basso evitando scempi ambientali.
Però piste vere non possono essere fatte che in alto, per evitare di fare grandi disboscamenti.

Torna all'inizio della pagina

konigsspitze
Mullah della powder
GV2007



Libya
6638 messaggi
Inserito il - 04 Apr 2006 :  19:08:17    konigsspitze è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Visita l'homepage di  konigsspitze  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
citazione:

Però piste vere non possono essere fatte che in alto, per evitare di fare grandi disboscamenti.

la preferisco vergine...

Quando una cosa mi va storta...la raddrizzo a calci in culoTorna all'inizio della pagina

lauw
Gran maestro di fuoripista


Sudan
2840 messaggi
Inserito il - 05 Apr 2006 :  09:27:10    lauw è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
Anche io preferirei avere il versante non battuto. Per il discorso valanghe può darsi che ci siano condizioni di pericolosità ma non credo elevatissime. Comunque con costi abbastanza contenuti un paio di gasex risolverebbero definitivamente il problema.

Torna all'inizio della pagina

diego
Granduca della 2000



159 messaggi
Inserito il - 05 Apr 2006 :  10:15:40    diego è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
sento parlare di "Bora", quale è?? è il versante che auspicavo fosse battuto io nell'altro forum della resca? (quello a destra della seggiovia 2k mentre si sale già fuori dalla vegetazione che si ricollega in pista più in basso??) se è quello mi pare che sia una figata per tutti se lo battono. Mi spiace ma anche se il futuro (come dite voi ma io non ci credo molto) è free per ora e per parecchio tempo ancora chi permette di guadagnare alle stazioni sciistiche sono gli sciatori che se ne stanno sulla pista... Con quella pista in più l'offerta di febbio ne guadagna un bel pò e li la neve dura fino ad aprile sempre. Ci sarebbe così la parte bassa per i meno esperti e quella alta per chi è capace tutte e due con una varietà decisamente allettante per i clienti e con gli sforzi di marketing di quest'anno la gente verrebbe su a camionate!!!!
se poi la lama golese viene deviata per un ritorno più agevole alla seggiovia la parte bassa e quella a destra del tapis del campo scuola potrebbero essere allestite in modo tale da essere un parco per i più piccoli e uno spazio per i bob di tutto rispeto e senza grandi spese!!! dopo ci sarebbero gli ingradienti giusti per portare su un bel po di gente e fare soldi per costruire nuovi impiant ecc. ecc. ecc.
P.S. per i free in alto ci sarebbero ancora tutti gli spazi del mondo e senzadubbio per loro febbio rimarrabbe la migliore stazione dell'appennino lo stesso!!

Torna all'inizio della pagina

pepito
Signore della Pianelli



68 messaggi
Inserito il - 07 Apr 2006 :  14:36:22    pepito è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
Bene bene bene

alla fine siamo giunti a parlare di futuro.

visto come sta progredendo la discussione, vorrei anch'io dire la mia.
Mi sembra prioritario rendere DECOROSO quanto fatto in Autunno/Inverno, e mi riferisco alla sitemazione delle piste, degli impianti, del piazzale di arrivo, al rinerbimento e spietramento della rescadore. occorre sistemare le piste con canalette taglia acque, sistemare il rifugio Emilia 2000 in vista dell'utilizzo estivo. Insomma superare l'emergenza dell'apertura e ricollocare febbio Come STAZIONE TURISTICA.
Ottima l'idea di dotare le seggiole della triposto e della 2000 di gangi per la risalita con MTB. Essere in quota in estate, e "passeggiare" con la MTB a 2000 mt, scegliando la "strada o pista" per il ritorno secondo mè e FAVOLOSO. tenedo presente che si può salire da febbio, ma si può scedere anche da Ligonchio o da Frassinoro.
Sono per la realizzazione del Baby park, e mi auguro di vederlo in funzione già dal prossimo anno, sarebbe un biglietto da visita ottimo per la stazione. Al cerreto che è già in funzione, fonti ben informate mi dicono che ha spopolato, e la società di gestione ha anche incassato dei bei sodini, che hanno quasi pagato l'investimento.
QUINDI NON SEDIAMOCI SUGLI ALLORI DI UNA STAGIONE BUONA SOTTO IL PROFILO DALLA NEVE, MA RIMBOCCHIAMOCI LE MANICHE PER RENDERE LA STAZIONE VERAMENTE ACCOGLIENTE TUTTO L'ANNO.
FEBBIO DEVE TORNARE AD ESSERE LA STAZIONE TURISTICA DI RIFERIMENTO DEI REGGIANI/MODENESI ,come ai tempi d'oro anni '70/80.

CERTAMENTE ANCHE GLI OPERATORI TURISTICI LOCALI, (ristoratori, albergatori, ecc.) devono fare la loro parte, con offerte mirate e con proposte interessanti per soggiorni, pernottamenti, ristorazione ecc.).

Torna all'inizio della pagina

diego
Granduca della 2000



159 messaggi
Inserito il - 20 Apr 2006 :  13:38:59    diego è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
pensando sia questo il posto adatto a questo post.... visto che la stagione è chiusa, la società ha tirato le somme sulla gestione degli impianti?? quante sono state le presenze totali? rispetto alle aspettative la stagione è stata buona o no? le auspicate 25-30 mila presenze si sono raggiunte?.... si può sperare in un brillante futuro? gli investimenti hanno dato i frutti sperati (per il primo anno)?
ciao a tutti e grazie... ma nessuno scrive più su questo topic....ciao!!

Torna all'inizio della pagina

furmiga
Mastro pasticcière


Italia
2161 messaggi
Inserito il - 28 Apr 2006 :  09:26:36    furmiga è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
Permettetemi di fare qui una riflessione, essendo stata già chiusa la discussione
" Benvenuta Tresca " :
Quattromila seicento contatti e cinquecento
sttanta sette messaggi sono un bel successo.
Vuol dire che il tema era sentito e i Crinaloidi lo hanno sviscerato . Complimenti ai gestori del sito. F u r m i g a

Forza Jabe !!! Vai , vai !!Torna all'inizio della pagina

civago
Signore della Pianelli


Italia
94 messaggi
Inserito il - 07 Mag 2006 :  15:28:41    civago è offline Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Modifica il messaggio  Rispondi citando  Visualizza l'indirizzo IP dell'utente  Elimina risposta
per quanto riguarda i nuovi posti letto, a parte l'ampiamento dell'albergo di Donà, cosa ottima, il grosso dei numeri credo verrà dalla realizzazione di nuovi appartamenti, anche se mi sa che a Rescadore ce ne siano parecchi sfitti

Torna all'inizio della pagina

Discussione lunga 2 pagine:
  1  2
Chiudi discussione Modifica discussione Elimina discussione Nuova discussione Rispondi alla discussione
 Nuova discussione  Aggiungi Sondaggio Aggiungi Sondaggio
 Rispondi
 Versione stampabile
Vai a:

CrinaleOnLine Forum

Modificato da CrinaleOnLine

© 2020 CrinaleOnLine

Torna Su
CrinaleOnLine